Home

Articoli

  06 febbraio , 2010       redazione       Attualità    0 Commenti
Consiglio Comunale - Polemiche continue
Cresce la polemica dopo il rinvio dell'ultimo consiglio comunale       

di  Pino La Rocca    

 

1)  Continua la polemica, dopo il rinvio dell’ultimo consiglio comunale per mancanza di numero legale, tra il sindaco Bianchi ed il consigliere di Minoranza Schiumerini, con una serie di botte e risposte che questa volta, per iniziativa di Schiumerini, rischiano di interessare la Procura della Repubblica a cui l’ex delegato all’Ambiente ed ex compagno di cordata di Bianchi, ha inoltrato il proprio esposto che recita testualmente: «Alcune “esternazioni” del Sindaco pro-tempore del Comune di Trebisacce Arch. Mariano Bianchi, allo scrivente, appaiono gravissime e, quindi, meritevoli dei dovuti approfondimenti. In data 3 febbraio 2010 il Sindaco Bianchi comunicava alla stampa l’intenzione di “ritirare alcuni PVU portati in Consiglio comunale e non approvati per mancanza del numero legale a seguito dell’abbandono dei consiglieri di Minoranza, allo scopo di esaminarli scrupolosamente ad uno ad uno”. Quanto dichiarato dal Sindaco Bianchi – prosegue Schiumerini - lascia intendere, quindi, che gli stessi PVU, prima di essere portati all’o.d.g. del Consiglio, non erano stati esaminati scrupolosamente. Se è così, perché il responsabile dell’area tecnica ha apposto il suo parere favorevole? Si voleva fare un favore a qualcuno non esaminandoli scrupolosamente o, adesso, per ritorsione, si vuole fare un torto a qualcun altro? In ogni caso – conclude Schiumerini - ritengo che il comportamento del Sindaco sia gravissimo, sia dal punto di vista formale che sostanziale, se non lesivo dei diritti dei cittadini interessati». 

2) Torna sull’argomento-PVU (piani di valorizzazione urbanistica), questa volta con l’intento di smorzare ogni polemica, il sindaco Mariano Bianchi per rispondere alle accuse mosse alla Maggioranza dal consigliere indipendente di Sinistra - Ecologia e Libertà Giampaolo Schiumerini e per fare chiarezza su una frase «mal interpretata da Schiumerini che – a suo dire - ancora una volta ha preso lucciole per lanterne ed ha pensato di scomodare addirittura la Procura della Repubblica. Tanto rumore per niente. Nessun dubbio infatti – argomenta Bianchi - sulla correttezza formale e sostanziale dell’operato dell’ufficio tecnico che, come sempre, ha esaminato scrupolosamente i sei piani di valorizzazione urbanistica presentati da altrettanti cittadini. Il nostro intendimento, di portare ad uno ad uno i PVU all’approvazione del consiglio comunale, – precisa il primo cittadino – voleva essere, e sarà, l’occasione per stanare e far emergere i comportamenti “politici” della Minoranza che si schernisce delle presunte lacerazioni all’interno del nostro esecutivo e non si accorge delle divisioni esistenti al suo interno. Non approvazione in blocco dei PVU dunque, ma approvazione separata di ogni singolo Piano, per vedere come si comporterà la Minoranza nei confronti dei due PVU presentati dal consigliere di Minoranza Cosimo Folda. Noi ci auguriamo che anche dalla Minoranza venga un voto favorevole ai PVU e perciò li avevamo portati in consiglio pur sapendo che in quella circostanza non c’era il numero legale, ma siamo curiosi di vedere come si comporterà ora una Minoranza che finora ha sempre votato contro tutti i PVU portati in Consiglio per l’approvazione. Sarà coerente con i comportamenti tenuti finora o farà eccezione per i due Piani presentati dal consigliere Folda? Staremo a vedere». Bianchi torna quindi a parlare dell’incidente di percorso occorso alla Maggioranza nell’ultimo consiglio comunale in cui è andata “sotto” per l’assenza di tre suoi componenti, spiegando che proprio la circostanza di dover approvare due PVU del consigliere Folda faceva presagire il voto favorevole della Minoranza o, almeno, di parte di essa. “La Minoranza – conclude il sindaco Bianchi – ne ha invece approfittato per far emergere presunti contrasti nella Maggioranza, sacrificando così altri importanti punti all’o.d.g. tra cui l’intitolazione del Reparto di Radiologia al compianto dottor Luigi Odoguardi». Ci sono tutti gli ingredienti insomma per assistere prossimamente ad un consiglio comunale molto vivace.  (articoli di  Pino La Rocca)
 
 

Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: