Home

Articoli

  19 giugno , 2009       piero.devita       Attualità    0 Commenti
Ballottaggio alla Provincia- Primi calcoli eletti
Gli eletti del centrosinistra
 

A dispetto dei complicati calcoli per l’attribuzione dei seggi qualche certezza esiste già. Partiamo dalle riconferme.

Faranno sicuramente parte del prossimo consiglio provinciale il presidente Mario Oliverio (che se dovesse perdere il ballottaggio sarà un semplice consigliere d’opposizione).

Con lui ci saranno anche gli uscenti Arturo Ricetti (Santa Maria del Cedro) e Pietro Lecce (Spezzano Sila) insieme al sindaco di Rende Umberto Bernaudo. In caso di vittoria al ballottaggio diventerebbero consiglieri anche l’uscente Ernesto Magorno (Belvedere), il principiano Pietro Ruffolo (Rende I)e l’adamiano Raffaele Zuccarelli (CosenzaI). La seconda lista dei Democratici porta in consiglio anche Giovanni Forciniti (clleegio di Crosia) e l’uscente ex manciniano Antonio Ruffolo. Grandi exploit anche per Antonello Graziano (Rossano I) e per il sindaco di San Fili Ottorino Zuccarelli (RendeI) eletti entrambi nella cosidetta lista della sanità (Autonomia e diritti, espressione di Loiero e Petramala, seconda forza del centrosinistra).

Nel caso di una vittoria di Oliverio entrerebbe in consiglio anche Gilberto Raffo (collegio di Belvedere) e per Dp Giuseppe Ranù (Rocca Imperiale).

Si conferma anche il socialista di Cariati Leonardo Trento, presidente del consiglio uscente. Alle sue spalle, sempre per il Ps, il sindaco di Cetraro e consigliere uscente Giuseppe Aieta, che però deve sperare in una vittoria di Oliverio, altrimenti è fuori. Elezione sicura, invece, per il dipietrista Mario Caligiuri (consigliere uscente candidato a Spezzano Sila). A

lle sue spalle incrocia le dita Michele Fusaro (Acri). Devono sperare nell’affermazione del centrosinistra anche Giuseppe Giudiceandrea (candidato di Sinistra per la Calabria ad Aprigliano) e gli uscenti: Luciano Manfrinato dei Comunisti italiani (Corigliano II), Mario Giordano dei Verdi (Mendicino) e Biagio Diana del Prc (Morano). Il calcolo dei resti potrebbe favorire anche il candidato del Psdi Luigi Garofalo (Cassano) ma solo nel caso di vittoria del centrosinistra.

 
Gli eletti del centrodestra
 

Per quanto riguarda il centrodestra farà certamente parte del nuovo consiglio provinciale Pino Gentile. Se da presidente o da consigliere di minoranza lo dirà il ballottaggio.

Nel gruppo del Pdl ci saranno anche l’uscente Mario Russo (sindaco di Scalea, eletto nel medesimo collegio). Ernesto Rapani (Rossano I), Roberto Bartolomeo (Cosenza II), Massimo Lo Gullo (Cosenza IV) e Giuseppe Antoniotti (Rossano II). Devono sperare nel ballottaggio, invece, Gianluca Gricolia (candidato nel collegio di Morano), Gianfranco Ponzio (Rende I), Aldo Figliuzzi (Castrolibero), Umile Bisignano (sindaco di Bisignano) e Umberto Silvagni (primo cittadino di Carolei candidato nel collegio di Mendicino). Per la lista Alla Provincia con Gentile entra Ernesto Clasi (belvedere). Dovranno pregare il dio della politica Roberto Tosti (Rogliano) e Pietro Iacoi (Crosia). Della terza lista del Pdl (Gentile presidente) è eletto consigliere Giovanbattista Morelli). Sperano nel ballottaggio Carlo Gravina (Paola) e Leonilde Artusi (San Marco Argentano). Pino Carotenuto rappresenterà in consiglio provinciale Calabria riformista.

Se il secondo turno sarà favorevole al centrodestra gli farà compagnia Domenico Brindisi (Altomonte). I Popolari europei eleggono invece il giovanissimo Riccardo Rosa (Castrovillari). Si affidano al ballottaggio Lucio Sbano (candidato a Paola per l’Udeur), Angelo Gentile (candidato a San Giovanni in Fiore per i Socialisti liberali democratici), Salvatore De Maio (candidato a Roggiano Gravina con I Moderati), Leo Battaglia del Nuovo Psi (Castrovillari) e Franco Rizzo (candidato della Destra - Fiamma tricolore a Crosia). Gli altri eletti Prenderanno posto nei banchi del consiglio provinciale, infine, i candidati presidente dell’Udc (il deputato Roberto Occhiuto, che dovrebbe lasciare il suo posto al primo dei non eletti) e dell’Mpa (Orlandino Greco). Il partito di Casini elegge anche Luca De Vincenti (candidato ad Acri nella lista dell’Udc) e Dino D’Elia (candidato a Montalto Uffugo con Occhiuto presidente). La loro collocazione (maggioranza o opposizione) dipende da un eventuale apparentamento tecnico.

 
Gli altri eletti
 
Prenderanno posto nei banchi del consiglio provinciale, infine, i candidati presidente dell’Udc (il deputato Roberto Occhiuto, che dovrebbe lasciare il suo posto al primo dei non eletti) e dell’Mpa (Orlandino Greco). Il partito di Casini elegge anche Luca De Vincenti (candidato ad Acri nella lista dell’Udc) e Dino D’Elia (candidato a Montalto Uffugo con Occhiuto presidente). La loro collocazione (maggioranza o opposizione) dipende da un eventuale apparentamento tecnico.
                                                       (Alessandro Bozzo, da Nuova Corigliano)

Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: