Attualità

Articoli

  21 marzo , 2010       piero.devita       Attualità    7 Commenti
SINDACO BIANCHI - LE OPERE PUBBLICHE

 

 

 

TREBISACCE: ELENCO DELLE OPERE FINANZIATE

( di Pino LA ROCCA)

 

 Opere pubbliche per oltre 13 milioni di euro, tra lavori in fase di realizzazione e lavori già finanziati e da cantierizzare nei prossimi mesi.

 

Queste le cifre indicate dal sindaco Mariano Bianchi che ha convocato i cronisti per illustrare quanto il suo esecutivo sta realizzando per la cittadina jonica. Al termine della conferenza non ha mancato di distribuire ai presenti, a sostegno del lungo elenco di opere, tanto di documenti scritti per dimostrare che non si tratta di cifre campate in aria. La lunga lista di lavori parte dal 2007 e, fino a dicembre 2009, elenca, per un importo di 3milioni e 797mila euro, i lavori già realizzati, alcuni dei quali, per la verità avuti in eredità dall’amministrazione precedente che non ha fatto in tempo a realizzarli.

Poi ci sono le opere in fase di realizzazione che ammontano a 2milioni e 107mila euro, mentre il grosso dell’intero budget, per un importo di circa 11milioni di euro, riguarda le opere che saranno realizzate negli ultimi due anni di mandato, ma che sono state già finanziate dalla Provincia e dalla Regione grazie alla progettazione predisposta dal personale dell’ufficio tecnico diretto dall’ing. Michele Imbrogno su imput dell’amministrazione comunale.

Alla conferenza stampa indetta dal sindaco Bianchi erano presenti il delegato alle Attività Produttive Carmine Greco, il capogruppo di Maggioranza Vincenzo Grillea, il capo dell’ufficio tecnico Michele Imbrogno ed il consigliere regionale Franco Pacenza che, risiedendo nella cittadina jonica, si può ben dire che è di casa nel comune di Trebisacce. «Non ho difficoltà ad ammettere – ha dichiarato Bianchi nel ringraziarlo per la collaborazione – che ho avuto sempre al mio fianco il nostro concittadino Pacenza, che si è rivelato per me, all’esordio in un incarico di tanta responsabilità, un valido consigliere, oltre che un comodo rappresentante istituzionale».

Tra le opere in cantiere di maggiore rilevanza, destinate a cambiare il volto delle cittadina jonica ed esibite con orgoglio dal sindaco Bianchi, spiccano:

- il complesso appalto “per i rifiuti” che prevede la spesa di 3 milioni e 750mila euro per 5 anni,

- la “casa per gli anziani” finanziata di recente con 1 milione e 200mila euro,

- la “riqualificazione del Lungomare storico” (750 mila euro),

- l’auditorium per la gioventù (600 mila euro),

- la riqualificazione del centro storico, con anfiteatro in zona Cannone, (540 mila euro),

- l’adeguamento della scuola elementare (457 mila euro).

«Sullo sfondo – ha concluso Bianchi – c’è sempre il progetto-porto che, grazie alla solerzia e competenza di Italia Navigando è stato identificato come l’unico progetto con tutti i requisiti di fattibilità e che è già da tempo all’attenzione dell’assessorato regionale al Turismo ».

Pino La Rocca
 

Commenti

f.b.
# f.b.
martedì 30 marzo 2010 10:06
PROPRIO PERCHE' L'ON. PACENZA TI E' STATO VICINO,NON DOVEVI TRADIRLO.......CARO MARIANO BIANCHI.
F.B.
# F.B.
martedì 30 marzo 2010 10:09
CHI TI HA FATTO AVERE TUTTI QUESTI SOLDI?
CHI SI E' IMPEGNATO PER L'OSPEDALE?
MI VERGOGNO DI ESSERE TREBISACCESE.....
SOLO 254 VOTI PER PACENZA.....VERGOGNATEVI.
s.a.
# s.a.
domenica 4 aprile 2010 04:03
Ma chi ha detto che gli aventi diritto al voto eseguono la volonta' del sindaco mariano bianchi?
Perche' colpevolizzare lui se Pacenza non ha avuto i voti sperati?
Io penso che la politica "ti da" ma la politica ti anche "toglie"...Io al contrario sono un TREBISACCESE FIERO e se le cose sono andate così è perchè il vento a volte cambia e ognuno di noi dovrebbe fare il suo MEA CULPA.
Trebisaccese verace
# Trebisaccese verace
sabato 10 aprile 2010 09:27
Io capisco le difficoltà che si possono avere ad amministrare un paese e,magari le eredità negative di precedenti amministrazioni!!Capisco anche che per asfaltare da 0 le strade(con lavoro fatto bene e non con "ripezzi")ci vogliono soldi,ma non possiamo fare più a meno di ciò!Magari risparmiando in feste e teatrini inutili.Quello che però non accetto per come amo questo paese,e perchè pago le tasse,è vederlo in condizioni di pulizia prossime allo 0!!!Se si nutrono dubbi in proposito,invito il mio sindaco(scelto ad amministrare anche da me)a percorrere la strada Via Leonardo da Vinci(per intenderci quella che sale per la ragioneria)e vedere ai margini delle cunette e in prossimità dei cassonetti di immondizia lo schifo e sporcizia!!!Ora dico:ma qui non c'è bisogno di spendere soldi o no?Gli spazzini li paga il comune e, noi le tasse!!ESIGIAMO almeno pulizia!!Spero accogliate il mio invito,ma non ci conto più di tanto!!saluti da uno che morirebbe per questo paese e che per questo soffre a vederlo stazionare nell'oblio eterno!
s.a.
# s.a.
giovedì 22 aprile 2010 18:41
X F.B.
Caro F.B.siamo ad oggi 22 APRILE 2010 e ci risvegliamo nel classico degli incubi post-elettorali,le promesse per l'Ospedale sono state tante e i "fatti"purtroppo men che zero,degli interventi al blocco operatorio nemmeno l'ombra...anzi,le pareti che prima c'erano sono state demolite e ora piu' nulla.Il Guido Chidichimo ipotizzato a 30 posti letto,pressochè trasformato in un buon B&B....Complimenti!!!!!!
Da TREBISACCESE sono stanco ed ero ben consapevole che le "orgie da campagna elettorale" con tagli di nastri annessi servivano solo a chi aveva intenzione di arrivare dove per fortuna non e' arrivato...quali soldi a Bianchi?Quale Ospedale salvo?La verita' e' che siamo tutti un po' stanchi di esser presi per il culo,oggi ormai le notizie vanno in tempo reale,un bambino di 5 anni e' maturo e puo' vincere Sanremo e anche la cosiddetta "vammacia"non e' piu' abbastanza coprente per impedire di vedere anche ai ciechi per cui questa non e' uno sfogo a favore di Bianchi ma,anzi, una campanella d'allarme anche nei suoi confronti che sta ad annunciare la caduta di ogni "testa" politica qualora decidesse di prendersi gioco degli elettori,come dicevo nell'altro post..."la politica da...la politica toglie".....
.Un saluto e un grandissimo abbraccio all'indomito WALTER che si spacca quotidianamente in difesa del nostro indispensabile baluardo.....
GRAZIE WALTER!!!
SIAMO STANCHI.....
TREBISACCE E L'ALTO IONIO IN BASILICATA......SUBITO
franco z.
# franco z.
martedì 27 aprile 2010 10:08
Ora tutti si interessano dell'ospedale. Ma per favore. Certe persone lo fanno solo per mettersi in mostra e per uscire sui giornali perché non hanno un cavolo da fare il giorno. Anche i sindacalisti fannulloni e vagabondi. L'ospedale lo devono difendere i medici, caro s.a. e non fare il furbo. Si capisce chi sei.
Sotto mentite spoglie, eh?.
Chi ti ha detto che vogliamo andare in Basilicata? Vacci Tu. Chi è Walter? Zenga? Troppa roba galleggia a pelo d'acqua. O no?
s.a.
# s.a.
martedì 27 aprile 2010 19:12
Carissimo franco z. il tuo commento nei miei confronti oltre che essere "simpatico" non e' altro,potrei scrivere per intero chi sono ma non lo faccio per chi come te non si batte per le vere cause che danneggiano il nostro territorio ma per le chiacchiere da bar,le partite di calcio e le filastrocche alla "paesana"...goliardìa,ma niente di piu'.Non mi celo dietro mentite spoglie,niente politica,niente interesse personale,niente terre agricole da trasformare in edificabili.....niente di niente....sono un libero professionista che ha aperto baracca e burattini da solo e che ha scommesso, tra mille difficolta'quotidiane, investendo in questo paese,evitando di emigrare con il cartone sulle spalle come ahime' fece mio padre.L'ospedale ha rappresentato per anni e tutt'ora(cio' che ne rimane)una CONQUISTA SOCIALE da parte dei CITTADINI,l'ospedale NON E' DEI MEDICI,nè degli infermieri.Al "famoso" incontro con Petramala in comune per discutere delle sorti del Chidichimo mi sono meravigliato e anche un po' indignato nel vedermi come uno dei pochissimi che non era ne' un assessore,nè un dipendente dell'ospedale,nè un affarista......ero soltanto un TREBISACCESE PREOCCUPATO,dov'era la popolazione?
Dov'eri tu????.....mio caro franco.
Resta pure legato alle tue convinzioni,resta legato pure alla tua Calabria ingrata che tanto ha avuto dal sudore e dal sangue di queste popolazioni ma poco o nulla HA DATO.
Io non rinnego nulla e non cancello il mio passato,non cancello il mio "status"oggettivo di Calabrese,non sara' una mera collocazione "geografica" ha impedire che sono nato e moriro' TREBISACCESE FIERO.

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: