Home

Articoli

  16 luglio , 2007       piero.devita       Attualità    0 Commenti
Amendolara-Festeggiamenti in onore di S.Francesco di Paola

 


E' tutto pronto ad Amendolara per i solenni festeggiamenti in onore di San Francesco di Paola, Patrono della Calabria e Protettore delle Genti di mare. Il Sindaco Mario Melfi ci ha illustrato  il Programma, predisposto insieme alla Parrocchia "Madonna della Salute" Amendolara Marina e alla Provincia di Cosenza. Le attività rientrano nel contesto delle Celebrazioni del V Centenario della morte del Grande Santo Calabrese.

 

 

 

P R O G R A M M A

 

18 Luglio 2007, ORE 18,00- ARRIVO IN AMENDOLARA DELLE SACRE RELIQUIE

20 LUGLIO 2007- ORE 21,00- RAPPRESENTAZIONE TEATRALE  "Il MANTELLO DELLA CARITA"(S.Francesco di Paola),                                                        di  PIERO   DE VITA, messa in scena dagli Alunni dell'IPSIA di Trebisacce                                                                                         e dalla Compagnia "L'ALBERO DELLA MEMORIA" di Trebisacce

21 LUGLIO -ORE 18,00-  SANTA PROCESSIONE A MARE

                        ORE  19,30 - SANTA MESSA

                        ORE 21,00  -  SALUTO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA ON. MARIO OLIVERIO

                                              - SALUTO DEL SINDACO DELLA CITTA' DI PAOLA AVV. ROBERTO PERROTTA

                                              - SALUTO DEL SINDACO DI AMENDOLARA MARIO MELFI

                        ORE 21,30  - CONCERTO MUSICALE DELLA 12^ BTG DELLA FANFARA DEI CARABNIERI "SICILIA" di PALERMO

 

22 LUGLIO 2007 - ORE 21,00- MANIFESTAZIONE MUSICALE COI RAGAZZI DI "AMICI"

                                - ORE 24,00 - FUOCHI PIROTECNICI A MARE

 

*Nel corso dei festeggiamenti sarà presentata la Mostra sulla  Vita di S. Francesco.

 

 

STEMMA DI AMENDOLARA

 

NOTIZIA:

 

 


Dal testo: IL MANTELLO DELLA CARITA'

Dal Pollino, nel febbraio 1483, il Frate salutò la Sua Calabria in partenza per Napoli, Roma e Francia...Cosa ha provato in quel momento?...Possiamo solo immaginarlo!!! Questo mio scritto "Saluto-Preghiera", pertanto, cerca di coglierne la parte, a noi più vicina . Il viaggio, la partenza, l'abbandono suscitano in ognuno di noi profonde emozioni, sofferenza, dolore. Chi lascia la propria terra, la conserva nel cuore e nella memoria. Il sentimento della Nostalgia e l'idea del Ritorno aiutano a sperare e la speranza sostiene il forte legame.


(Foto Rocco De Vita- "Monumento bronzeo del Santo"- lungomare di Trebisacce)

 

 

                            PIERO DE VITA  
     " TI SALUTO MIA TERRA DI CALABRIA "

                       (A SAN FRANCESCO DI PAOLA)*

 


Ti saluto Terra mia, ti benedico Calabria degli umili e degli afflitti,
dei cuori dolci e degli uomini forti, nello spirito e nei valori.
Ti benedico rosario di umanità  sofferente,
eppure sempre onesta ed indomita.


Ti benedico meraviglioso Stretto, cime rigogliose della Sila,
soleggiata pianura della valle del Crati fino all’antica Sibari,
candido Pollino, custodia di germogliante bellezza.
Ti saluto, ancora, lingua di terra,
bagnata dalle azzurre acque dei due mari.


Ti benedico Terra che mi hai dato i natali,
terra dove ho sentito forte la chiamata di nostro Dio.
Sotto il tuo cielo ogni mia preghiera
e ogni mia opera ha avuto inizio
ed è qui che è partito il messaggio di carità  e di speranza
per tutti i popoli del mondo.  


Da Te, mia terra meravigliosa, oggi mi allontano,
e come altri tuoi figli che ti hanno abbandonato
e ti abbandoneranno, tutto il mio essere si vela di tristezza.


Imploro Dio per giorni migliori, supplico la Sua protezione
per tutti coloro che sono e saranno costretti a lasciarti: 
gente di mare, migranti, viandanti, naviganti, pellegrini,
ogni tuo figlio per cui la partenza è necessità ,
ogni tuo figlio che si troverà  straniero in terra straniera.


Ti benedico Calabria e benedico tutti voi, fieri calabresi.

                                                                                         PIERO DE VITA

___
*P.S
Nel febbraio 1483, Francesco di Paola lascia la Calabria per portarsi a Napoli, poi a Roma e definitivamente in Francia.
Sul Pollino saluta la sua Calabria per un viaggio senza ritorno. Ho immaginato che abbia pronunciato queste parole e ho scritto il testo sopra riportato.

 

 

 


 

 


 

SAN FRANCESCO è il protettore della gente di mare. La festa ad Amendolara è stata istituita nel Giugno del 1992; per l’occasione una delegazione di amendolaresi si recò in pellegrinaggio a Paola per prendere la statua. Il Santo arrivò ad Amendolara dal mare e ogni anno, dopo la celebrazione della Santa Messa, nella Chiesa della Madonna della Salute, la statua viene portata sul molo e da qui parte una suggestiva processione di barche che segue  la statua di S. Francesco. La serata è allietata da musica, balli e fuochi pirotecnici che si dissolvono nel mare (da www.amendolara.info).

 

Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: