Home

Articoli

  17 agosto , 2007       piero.devita       Attualità, La nostra storia, Tradizioni    2 Commenti
Trebisacce-Festa San Rocco Superstar

Il 16 agosto a Trebisacce, una giornata particolare: è la festa di San Rocco. Il Santo di Montpellier è, unitamente alla Madonna del Rosario (protettrice dei pescatori), compatrono della città.

Il Patrono è San Leonardo che si festeggia il 6 novembre. Grande partecipazione popolare alle funzioni religiose e grande dinamismo nel corso della giornata. In mattinata S. Messa nella Chiesa Madre S. Nicola di Mira dove è custodita la statua di S. Rocco e dove si conservano la maggior parte delle tradizioni locali, processione per le vie del centro storico tra suoni della Banda Musicale e quelli della cultura popolare (zampogne, organetti, tammurri). Intensa e particolarmente sentita la devozione dei nostri emigranti.

Un tempo a Trebisacce si recavano in pellegrinaggio i devoti fedeli Cariatesi; raggiungevano il nostro territorio tramite ferrovia ("littorina" ) o via mare (con proprie imbarcazioni). La comunità di Cariati, ora, si è dotata di una  statua di S. Rocco e festeggia nel proprio paese...In Chiesa abbiamo incontrato qualche vecchia famiglia cariatese che tuttora rinnova l'antico pellegrinaggio: " Non dimenticheremo mai l'amore per il vostro paese, l'accoglienza e la bontà dei trebisaccesi. Non dimenticheremo mai la protezione che S. Rocco di Trebisacce ci ha assicurato nel tempo...venivamo con le barche. Ora siamo con le macchine, facciamo prima... ci portano i nostri figli. Dopo la visita e le preghiere al Santo, in paese, torneremo a festeggiare a Cariati"...Poi vanno a salutare Mons. Francesco Morano.

Qualche anziano ricorda Don Cosimo Massafra: "Mi ricordo di don Cosimo, le sue prediche, le belle parate, addobbi. Bello, bello, era tutto bello come adesso.... Venivo da bambino, mi portavano i miei genitori. Dopo la processione andavamo tutti a mare, sulla spiaggia a fare il bagno, a mangiare i meloni. Ci divertivamo in attesa della processione del Santo sulla paranza..."

Piacevoli nostalgie!!!

 

Barca del Santo con Don Joseph Vanson-Sindaco Bianchi-Assessori Cerchiara e Tucci

Nel pomeriggio la statua è stata portata in marina e poi sul lungomare per la storica processione a mare, tra girandole di barchette riccamente ornate, turisti, bagnanti. Straordinaria presenza. Itineriario: sosta sul pontile, percorso sulla spiaggia tra ali di folla festante, sosta in Piazza S. Francesco di Paola e nuovo percorso in spiaggia fino al campo "Alfredo Lutri". Ritorno nel centro storico nella Chiesa Madre.

Le attività sono proseguite fino all'alba: bancarelle, gruppi musicali, passeggio.. e tanta, tanta gente proveniente anche dai paesi vicini. Bellissimi i fuochi d'artificio con la novità  delle soluzioni pirotecniche sull'acqua del mare. Nessuna difficoltà per la gestione del traffico, prevedibile  l'afflusso. Ottimo il lavoro dei Vigili Urbani, degli Ausiliari, dei Carabinieri e della Polizia Stradale, della Protezione Civile e della Misericordia.

 

 

Parrocchia S. Nicola di Mira:

Filippo Garreffa ( a sinistra) è tra gli animatori della Festa di S.Rocco.


 

Commenti

ASSOCIAZIONE EUROPEA AMICI DI SAN ROCCO  ROMA
domenica 4 novembre 2012 11:06
Cronaca dell’incontro di preghiera e spiritualità dei gruppi “Amici di San Rocco”
Il 20 ottobre 2012 nella città santa della cristianità cattolica si è svolto l’annuale incontro di preghiera e spiritualità che segna l’inizio dell’anno pastorale dell’Associazione Europea Amici di San Rocco. Dalle prime ore del mattino la chiesa di San Rocco all’Augusteo ha aperto le sue storiche porte per accogliere i pellegrini giunti da ogni parte d’Italia per vivere insieme una forte giornata di fede e fratellanza. 59 i gruppi partecipanti accompagnati quasi tutti dai loro sacerdoti e sindaci; migliaia i pellegrini accorsi dal Piemonte alla Sicilia affrontando un lungo viaggio. Nonostante la stanchezza, forte era in loro la voglia di ritrovarsi insieme e pregare il comune patrono e amico San Rocco. Ad accoglierli come sempre il fondatore e l’anima dell’Associazione Europea Amici di San Rocco fratel Costantino, uomo di fede e pellegrino dei nostri giorni, il quale nonostante le difficoltà che comporta organizzare un evento di una simile portata nella Roma capitale, riesce sempre nel suo intento richiamando migliaia di fedeli nella Chiesa di San Rocco dove ha sede l’Associazione ed è custodita da secoli dall’arciconfraternita di San Rocco l’Insigne Reliquia del Braccio di San Rocco che tante volte ha protetto Roma da peste e morbi contagiosi, tanto che i papi del passato ogni anno il 16 agosto si recavano nella chiesa all’augusteo a rendere omaggio alla Sacra Reliquia. Dalle ore 9.00 sono iniziati i tradizionali riti dell’accensione della lampada che arderà dinanzi alla Sacra Reliquia tutto l’anno, da parte del sindaco di Garaguso (MT) e l’omaggio floreale offerto dal sindaco di Castel Baronia (AV). Alle ore 10.00, nel tripudio generale, è giunto in mezzo ai pellegrini il Vescovo della diocesi di Caserta Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Pietro Farina, guida spirituale dell’Associazione Europea, il quale ha rivolto ai pellegrini un breve saluto. A seguire mons. Filippo Tucci, primicerio della Chiesa di San Rocco, ha celebrato le Lodi Mattutine. Così si è giunti al momento centrale di tutta la giornata: la celebrazione eucaristica, concelebrata da tutti i sacerdoti presenti, nella cui omelia sua ecc.za Mons. Farina ha parlato della fede e dell’importanza di testimoniare la fede ricevuta dalla Chiesa: <>. Nel pomeriggio alle 15.00 è stato recitato il santo rosario meditato da parte di fratel Costantino e a seguire la suggestiva processione con la Reliquia Insigne del Braccio e la statua di San Rocco venerata in Motta d’Affermo (ME) accompagnata a Roma dalla comunità, dal sacerdote e dal sindaco della città. Vedere i tanti pellegrini con la mantellina sanrocchino di colore verde o gli abiti confraternali sfilare per le vie del centro storico di Roma rendeva suggestive le vie della città eterna colorate con i colori di San Rocco. Al termine della processione sul sagrato della Chiesa di San Rocco si è svolta l’adorazione eucaristica con la solenne benedizione impartita da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Pietro Farina. A questo punto i pellegrini hanno ripreso il cammino verso le proprie città, stanchi sì fisicamente ma carichi nello spirito della Parola di Dio e della esperienza della magnifica giornata vissuta.
www.amicidisanrocco.it
tel procuratore e p. guardiano san Rocco Fratel Costantino 3386627422


Ufficio stampa
Associazione Europea Amici di San Rocco
ASSOCIAZIONE EUROPEA AMICI DI SAN ROCCO
lunedì 23 settembre 2013 15:35
Comunicato stampa
“Un giorno in preghiera con San Rocco”


“Carità, evangelicità, ecclesialità, missionarietà”: queste sono le linee guida che Papa Francesco ha indicato per animare l’azione del laicato cattolico, le stesse che - grazie alla guida di Fratel Costantino De Bellis, Procuratore delle Reliquie di San Rocco e Padre Guardiano dell’Arciconfraternita madre di San Rocco in Roma - indirizzano il cammino umano e cristiano degli iscritti all’Associazione Europea “Amici di San Rocco”. Proprio sull’onda dell’entusiasmo che queste parole provocano in ogni “amico” di San Rocco, ancora una volta, i gruppi costituenti l’Associazione si ritroveranno sabato 12 Ottobre 2013 nella Città Eterna per l’annuale incontro “Un giorno in preghiera con San Rocco”.
Come da tradizione ormai consolidata, a partire dalle ore 8,00 Fratel Costantino accoglierà i gruppi, le confraternite, le comunità e i tanti devoti nella Chiesa di San Rocco all’Augusteo per l’omaggio floreale, che quest’anno sarà offerto dal sindaco di Prezza (AQ) e l’accensione della lampada dinanzi alla Insigne Reliquia del Braccio del Santo. Farà seguito la preghiera comunitaria delle Lodi mattutine animata da Mons. Filippo Tucci e la Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Rev.ma Mons. Matteo Zuppi, Vescovo ausiliare di Roma centro e da S. E. Rev.ma Mons. Pietro Farina, Vescovo di Caserta e moderatore dell’Associazione Europea Amici di San Rocco.
La recita pomeridiana del rosario meditato e la solenne processione alle ore 16,00 per le vie principali del centro storico di Roma con l’Insigne Reliquia di San Rocco e la statua proveniente quest’anno da Seminara (Rc), saranno una grande testimonianza di preghiera e vera devozione in un mondo che vede il tramonto dei grandi valori su cui si basa la vita .
Nell’importante occasione, Fratel Costantino ci ricorda come la Carità che San Rocco ha dimostrato verso il prossimo, unita ad una fede incondizionata nella provvidenza di Dio, sia stata la strada che egli ha percorso per giungere alla santità, la stessa strada che ogni battezzato ancora oggi è chiamato a percorrere, in modo speciale “l’amico di San Rocco”, per conformarsi sempre più a Cristo Gesù modello e fonte di ogni santità.


Uffico stampa
Associazione Europea Amici di San Rocco

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: