Home

Articoli

  09 febbraio , 2010       piero.devita       Attualità    0 Commenti
OSPEDALE - COMUNICATO -STAMPA E INCONTRI
Comunicato stampa congiunto Associazioni e Medici Ospedalieri 9-2-2010
 
Le Associazioni ed i Medici Ospedalieri hanno consegnato alle Autorità competenti
la proposta di riqualificazione dell’Ospedale di Trebisacce e dell’Hospice di Cassano.

Il futuro della sanità nell’Alto Jonio, sta ora solo nella Volontà Politica di chi ci governa e ci amministra. Non ci sono attenuanti. Roma ha stanziato ben 700 milioni di Euro, per la Sanità Calabrese. 

La Società Civile, rappresentata dalle Associazioni Culturali, di Volontariato, di Categoria e Sportive, in unione con il G.M.O., Gruppo Medici Ospedalieri, hanno redatto un esaustivo ed articolato piano di ripristino e rilancio del Guido Chidichimo, mettendolo a disposizione del Sindaco di Trebisacce Bianchi,  dei Sindaci del Distretto, del Pres. Reg. Loiero, del Dir. Gen. ASP Petramala e del Pres. Prov. CS Oliverio.
Gli ingredienti ci sono tutti: i soldi, le proposte, il potere.
Vorranno ora, i nostri “Capi”, dimostrare amore, senso di giustizia e di lealtà verso questo Alto Jonio, abbandonato a se stesso e spogliato di tutto, ripristinando la legalità sui Livelli Essenziali di Assistenza?
O vorranno insistere con l’iniqua assurdità di due ospedali a 10 km l’uno dall’altro, a Rossano e Corigliano, con 2 Chirurgie, 2 Ginecologie, 2 di tutto, mentre da noi,
a 60000 Cittadini vengono negati i più elementari diritti, alla Salute ed alla Sopravvivenza, con le nostre Donne costrette a partorire per strada, e le nostre emergenze affidate al caso ed al traffico?

Abbiamo chiesto ufficialmente al Sindaco Bianchi, che una delegazione delle Associazioni e del G.M.O., possa sedere all’immediatamente prossimo tavolo tecnico-amministrativo, al fine di poter dare ulteriori contributi al bene della nostra comunità. Speriamo, anche in virtù di quanto prodotto finora, dell’impegno e delle competenze, che questa legittima richiesta popolare e tecnica, non venga mortificata ed umiliata dalla politica di un potere, troppo spesso, fine a se stesso.

Entrando nello specifico, la nostra proposta è articolata edettagliata, con numero di posti letto per reparto, e prevede, oltre a tutti i servizi attualmente presenti, compreso il blocco operatorio (con due sale operatorie attive ed efficienti): il potenziamento di Medicina e Cardiologia-UTIC; la riqualificazione di Chirurgia, con chirurgia di base e d’urgenza, la chirurgia endoscopica e quella oncologica, più servizio di ecografia diagnostica ed interventistica; un centro sperimentale per la fecondazione assistita, con annesso punto nascita e punto donna; un reparto di ortopedia e traumatologia con un settore di medicina dello Sport (per frenare la prima causa di mobilità passiva verso Puglia e Basilicata, creando così una fonte di risparmio per la Regione); un reparto di Riabilitazione intensiva neuromotoria.
Richiamiamo tutti alle proprie responsabilità, verso il popolo, e verso la storia.

 

 

Trebisacce, 9-2-2010
AL SIG. SINDACO
 ARCH. MARIANO BIANCHI
PRESIDENTE CONFERENZA DEI SINDACI “ALTO JONIO”
TREBISACCE
 
Oggetto: Richiesta partecipazione tavolo tecnico istituzionale per l’ospedale.
 
In riferimento alla proposta di riqualificazione dell’ospedale di Trebisacce e della struttura di Cassano,consegnataVi in data odierna (n. 1342/09.02.2010), riteniamo opportuno manifestarvi la nostra disponibilità e volontà a prender parte all’imminente tavolo tecnico-istituzionale sul tema, tra Sindaci, ASP e Regione Calabria, sicuri di poter dare un contributo costruttivo e qualificato.
L’occasione sarà propizia per il confronto fra il nostro più recente elaborato, redatto dalle Associazioni e dal Gruppo Medici Ospedalieri (G.M.O.), e le ulteriori proposte da parte della Conferenza dei Sindaci o altre figure istituzionali, al fine di definire i contenuti di un documento conclusivo e ad ampia condivisione.
Pertanto, anche in virtù dell’impegno da noi finora profuso, nonché della qualità degli elaborati proposti e delle competenze specifiche che possiamo esprimere,
Vi chiediamo
di essere invitati in delegazione, all’incontro di cui sopra.
 
                                                  Cordiali saluti.
 
Le Associazioni di Trebisacce
Il Gruppo Medici Ospedalieri di Trebisacce (G.M.O.)
 

 


 

Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: