Home

Articoli

  03 luglio , 2007       piero.devita       Attualità    0 Commenti
Trebisacce-Scout e Lanterna della Pace
E LA PACE HA IL CALORE DI UNA FIAMMA...

 

Trebisacce: Domenica 1 luglio, arriva la Fiamma della Pace Scout e Guida 2007”

 

(Maria Luisa Iaconianni e il gruppo Scout di Trebisacce 2)

 

Domenica 1 luglio 2007, in un tipico pomeriggio estivo, tra il solito cicalio e i colori pittoreschi del mare, che sembrava  formare un unico pezzo col cielo e disperdere l’orizzonte, qualcosa si muoveva  in Piazza San Francesco. Gli scout del gruppo Trebisacce 2 hanno preparato una bellissima cerimonia di accoglienza della lanterna che rappresenta la ”Fiamma della Pace Scout e Guida 2007”, accesa il 22 febbraio 2007 a Nyeri, in Kenya, sulla tomba del fondatore dello scoutismo, Robert Baden Powell”. La lanterna, dopo 159 giorni di corsa, arriverà a Brownsea il 31 luglio, vigilia dell’Alba Scout (1° agosto 2007), che verrà celebrata in occasione del Centenario  dello scoutismo.
Il senso del viaggio sta nell’ascoltare chiunque abbia una storia da raccontare….” e questa volta la storia proviene nella nostra cittadina da questa semplice lanterna,  dai chilometri che ha percorso, dai popoli che ha sfiorato e dal grande significato che essa porta.
Per l’accoglienza è stato organizzato un grande cerchio, formato dagli scout del gruppo Trebisacce 2, da quelli del Castrovillari 4 ( ospiti della serata per l’evento) e infine da quelli di Bernalda, custodi della lanterna fino al 1 luglio. Questi ultimi sono arrivati con le biciclette dopo un lungo e faticoso viaggio per condurre la Fiamma nella nostra cittadina.

L’idea di base è che la Fiamma venga portata a piedi,  tramite biciclette o in barca a vela, in ogni caso in mezzi che non siano a motore. Giunta dopo lunghe ore di attesa, la lanterna è stata consegnata, grazie ad un tipico passamano, ai capi gruppo del Trebisacce 2, Sara Fazzitta e Guido Salerno, che l’hanno posta in un caratteristico treppiedi al centro del cerchio e hanno dato via ai momenti di riflessione.   Sono stati  momenti intensi e profondi, animati da canzoni, in cui volteggiavano i colori dei fazzolettoni, dal disegno della gioia dipinto sul volto di chi era presente in questi attimi, dalle parole di Don Gaetano Santagada, assistente ecclesiastico del gruppo,  dalla luce di una timida fiamma che unisce tutti in un’insolita serata trascorsa secondo lo spirito e l’avventura scout.                    

In questo inconsueto scenario estivo erano presenti anche l’Assessore allo sport, spettacolo e turismo della nostra cittadina, Antonio Cerchiara, la protezione civile, il corpo dei vigili urbani  e il responsabile della zona Alto Jonio, Luciano Regino. Dietro questa lanterna c’è un messaggio  profondo ovvero lo spirito di B.P. anima tuttora fortemente il Movimento e il fuoco, che essa porterà a Brownsea, vuole ricordare che l’altro fuoco (acceso sull’isola da un generale e venti ragazzi cento anni fa), ha sparso le sue fiamme nel mondo intero.

Dobbiamo essere fieri di essere stati testimoni di un messaggio di pace che percorrendo l’intero mondo ci ha resi protagonisti,  piccoli tasselli del viaggio che ha percorso la  Fiamma e nonostante le diverse tradizioni,  il colore della pelle, le diverse distanze che ci separano,  ci rende tutti uguali di fronte al calore e alla luce che essa emana...D’altronde, se guardiamo lo stesso cielo e le stesse stelle anche se le carte geografiche segnalano milioni di chilometri…beh!…  vuol dire che poi non siamo così lontani….

                                                                                        Domenica Corigliano

                                                                                            (Capo Clan-Trebisacce 2)

 


Robert BADEN-POWELL

(Fondatore del Movimento Scout-1907)

Paddington-Londra 22 /02/ 1857
Nyeri-Kenya  08 /01/1941


( Cronaca da "Calabria Ora" )

TREBISACCE. E’ una piccola e timida ‘fiammella’ all’interno di una lanterna il simbolo di un grande  messaggio di Pace e di Speranza, lanciato dal gruppo scout della nostra comunità. E’ una calda domenica del 1° Luglio quando, verso alle ore 18,00 circa, gli scout si radunano sul lungomare, all’interno della Piazzetta San Francesco di Paola, per allestire una tenda da campeggio, un tavolo su cui riporre un computer portatile e dal quale trasmettere le canzoni tipiche dei scout. Si parla, si telefona, si è in attesa..ma di cosa? Maria Luisa Iaconianni, capo reparto del gruppo insieme con Umberto Celico, ci informa che:“ Stiamo aspettando la fiamma dello spirito scout che la sta portando il gruppo scout della Basilicata, di Bernalda. Arriverà in bici e alcuni scout, sempre in bici, attendono nei pressi della località  Piano di Mezzo. I due gruppi, insieme, attraverseranno la Viale della Libertà e Viale Alfredo Lutri e arriveranno qui dove ci saremo tutti noi ad accoglierli in semi cerchio. Questa fiamma - che è partita dall’Africa da Nyeri,in  Kenya, ce la passeremo, di mano in mano. Seguirà poi un momento di preghiera con Don Gaetano Santagada che è l’assistente ecclesiastico del nostro gruppo Trebisacce2”.

E mentre si attende, il gruppo intona:”Strade e pensieri per domani, La Pace, Un mondo una promessa,In un mondo di maschere..”

 

 

                                                              

                                                                      

 

Ancora Guido Salerno, capo gruppo Trebisacce2: ”Stiamo aspettando l’arrivo della fiamma della Pace dello scout e guida che da Bernalda passerà da Policoro e arriverà fin qui, in piazzetta San Francesco. La fiamma continuerà il suo cammino ancora, perché partirà successivamente dal porto di Corigliano e proseguirà tramite una barca vela per Crotone e poi per la Sicilia. Lo scopo di questa fiamma è anche quello di ricordare lo spirito di Baden Powell che è il fondatore dello scoutismo e ricordare, in occasione del centenario dello scoutismo mondiale, questo evento che ricorrerà il primo agosto con la cerimonia dell’alba dello scoutismo. Facciamo una piccola cerimonia per accogliere il gruppo di Bernalda che arriva in bicicletta, e non con veicoli a motore, a portare la fiammella che resterà con noi circa una settimana. Interverrà anche il nostro assistente ecclesiastico don Gaetano Santagada che tratterà il tema della pace”.

Faremo anche gli auguri ai tre ragazzi, Irene Pomarico,Gianfranco De Paola, Leonardo Corigliano.

Irene che è una guida partirà il 28, mentre i due ragazzi che sono dei rover partiranno il 24. Siamo fortunati perché dopo 36 anni di scoutismo a Trebisacce sono i primi tre che parteciperanno a questo evento mondiale che si terrà proprio a Brownsea  in Inghilterra. Intanto arriva in fila indiana il gruppo dei “Lupetti” e il primo della fila porta orgoglioso il “Totem”. Avviciniamo ancora Luciano Regino che è il Responsabile  di Zona dell’Alto Jonio ‘Agesci’:”Aspettiamo la ‘fiammella’che arriva ora da Policoro e hanno scelto come unica tappa Trebisacce per la Calabria e l’otto luglio a Corigliano Calabro al porto dove ci sarà una barca a vela del gruppo nautici degli scout che la porterà l’11 luglio in Sicilia . Qui sosterà  fino all’otto mattina. Verso le ore otto di domenica, in bicicletta, partiremo per Corigliano. E’ in bicicletta e non a motore perché è una marcia per la Pace. Alimentare la fiamma significa alimentare la Pace nel mondo ed è un qualcosa che facciamo molto volentieri.”Ancora Irene Pomarico, capo squadriglia ’Pantere’, studentessa del Liceo Classico”.

 

                                                  

                                                   Gruppo Scout Trebisacce 2 in Piazza S. Francesco di Paola

 

Il 27 luglio inizia il raduno mondiale degli scout in Inghilterra e in più ricorre il centenario dello scoutismo e noi tre siamo stati indicati per partecipare al raduno ed è per questa ragione che partirò il prossimo 28 luglio.”

E siamo alle 20,30 circa quando la lanterna accesa arriva con la bici di Gianluca Faliero di Bernalda(MT):”Sì, ho portato la fiamma con la bici da Policoro e abbiamo fatto una staffetta  con un gruppo di 15 persone e siamo partiti da Policoro alle 17,30 circa.”

Un capo grida “uno!” e punta l’indice della mano verso l’alto. Si capisce immediatamente che indica “silenzio”, perché l’intero gruppo scout senza tentennamenti e in modo ordinato e in cerchio rimane immobile e in religioso silenzio. Di certo esiste il rispetto delle regole! Inizia la cerimonia e la lanterna viene posta al centro del cerchio. Sara Fazzitta inizia il suo discorso. Segue il momento religioso con Don Gaetano Santagada che sottolinea  il messaggio di Pace e di Speranza che porta la ‘fiammella’ come simbolo. Conclude Luciano Regino che informa i presenti sul prosieguo,come programma, della fiammella e sul suo alto significato. Presente in rappresentanza dell’amministrazione l’Assessore Antonio Cerchiara. Presente per la sicurezza, la Polizia Municipale. (Franco Lofrano).

Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: